UN GIARDINO MULTISENSORIALE PER FAVORIRE LA RIABILITAZIONE

28 Giugno 2018

Un giardino multisensoriale per favorire la riabilitazione: sembra un’utopia, invece è un progetto che potrebbe diventare presto realtà.

L’idea è suggestiva: trasformare l’ampia superficie al quinto piano dell’Unità Spinale Unipolare dell'ospedale Cto della Città della Salute di Torino, oggi inutilizzata, in una struttura interattiva e multisensoriale che possa accompagnare e favorire il percorso riabilitativo dei ricoverati.

Ad oggi, la struttura ospita una cinquantina di posti-letto per pazienti con lesioni cerebrali e mielolesi, cioè con lesioni al midollo: persone assistite dal personale sanitario, e ricoverate in un’area che soffre di una mancanza di spazi. Da qui l’idea del professor Maurizio Beatrici, Direttore del reparto di Medicina fisica e Riabilitazione, coadiuvato dall’architetto Giuseppe Mainardi. Obiettivo: realizzare un giardino per agevolare percorsi per loro natura complessi, in grado di essere portato nelle stanze dei pazienti che, confinati nelle rispettive stanze, e impossibilitati a spostarsi, non possono usufruirne. Il giardino consiste in una superficie a prato e parzialmente coperta, attrezzata con piante e cespugli, dotata di una piccola cascata, articolata in percorsi per favorire la stimolazione: il tutto corredato dallo splendido belvedere sulla collina torinese. Non solo: una serie di telecamere permetterà di proiettare il giardino su schermi all’interno delle stanze nelle quali sono confinati i pazienti in condizioni più critiche. Il prossimo passo consisterà nel predisporre lo studio di fattibilità: il primo passo, anche, per cercare le offerte necessarie per finanziare un’opera destinata a coniugare estetica e funzionalità. In questo caso, due facce della stessa medaglia.

La soluzione è stata illustrata durante l'evento “L'Arte nella riabilitazione e la Riabilitazione come arte”, seguita dall’'inaugurazione della Mostra d'arte con opere di Luisa Piglione, infermiera che lavora presso la Neuroriabilitazione del Cto. E, adesso, verrà effettuata una raccolta fondi a favore dell'Unità Spinale Unipolare per far sì che il progetto possa diventare realtà.
 

Tag: assistenzariabilitazione